Note biografiche

Bydgoszcz (Polonia) seminario di composizione all'Accademia di Musica

 

ANDREA TALMELLI (Montese, 1950). 

 

Laureato in Giurisprudenza all’Università di Parma, diplomato in pianoforte con Lino Rastelli e composizione con Azio Corghi al Conservatorio “A.Boito” , dove ha insegnato fino al 1984, ha diretto gli Istituti Pareggiati di Carpi e dal 1990 al 2011 il Peri di Reggio Emilia realizzando prestigiose rassegne come L'Ora della Musica e Compositori a Confronto, produzioni editoriali e discografiche. Già Direttore della rivista di Ricordi Musica Domani, è Presidente della Fondazione Giovannini di Reggio Emilia che realizza concorsi di pianoforte e composizione, rassegne concertistiche e didattiche, e il gruppo strumentale Auroraensemble dedito alla musica del '900 e contemporanea. Per Suvini Zerbini ha curato l'edizione italiana di Elementary training for musicians di Paul Hindemith. Ha avuto commissioni dalla Fondazione Toscanini di Parma, e collaborazioni nei Corsi di formazione orchestrale e nei Progetti Educational. 

Dal 2017 è Presidente della SIMC (Società Italiana Musica Contemporanea). 

Autore di 160 lavori, con vasta discografia e pubblicazioni, è stato premiato a Terni nel 1978, in Commissione Goffredo Petrassi, e nel 1988; a Parma nel 1978, (Roman Vlad, Virgilio Mortari, Bruno Bettinelli); a Venezia Opera Prima nel 1981 (Luigi Nono). Nel 2003 ha ricevuto il Premio Fancelli di Terni.  Tra le esecuzioni in Italia: Teatro Nazionale di Roma, Bellini di Catania, Accademico di Verona, La Fenice di Venezia, Regio di Parma, Sala Scarlatti di Napoli, . E' stato eseguito in Europa, in Libano, Turchia, Russia, Malta, Giappone, Thainlandia, Cina, Argentina, Messico, Canada, USA, ai Festival di Belgrado, Odessa, Braila, Amsterdam, Helsinki, Turku.  Numerose le sue opere sono ispirate al tema della memoria, ha conosciuto e frequentato  lo scrittore Primo Levi dal cui libro ha tratto Se questo è un uomo per coro e orchestra pubblicato anche in CD da Rugginenti. Numerosi suoi Klinamen, anche in versione coreografica, si rifanno alla filosofia di Epicuro. Dal 1982 collabora con la poetessa russa Evelina Schatz realizzando progetti compositivi  a partire da Samarcanda o libro delle cerimonie (1985) realizzato dal Salone Pier Lombardo a Milano, e film per la televisione di Mosca. Tra le sue opere teatrali, Storia di Tawaddud, 2005, da Le Mille e una notte, è stata realizzata dal Teatro Stabile delle Marche a Lunano, poi a Casa Leopardi di Recanati, al Festival Valtidone e al Teatro Nazionale di Roma. Recentemente ha composto un trittico sull'opera pittorica di Kandinski Composizione VIII. In Ragioni e Sentimenti, (LIM, Lucca, 2015) scrive di lui Renzo Cresti :“ la musica di Talmelli possiede una forte carica immaginifica, dalla quale rimbalzano riverberi visionari che illuminano un fantasioso viaggio nel tempo/spazio, percorso realizzato grazie a una fantasia liberata”.  “Figlio legittimo della avanguardia”, riferì Guido Salvetti per la Radio della Svizzera Italiana, Talmelli coniuga le esperienze delle poetiche del dopoguerra con le esigenze di espressività e di comunicazione emerse soprattutto a partire dagli Anni Ottanta.


dalla Newsletter della Associazione Chopin di Roma


Marcella Crudeli ha riscoperto le antiche Bagatelle scritte negli Anni Settanta eseguendole al suo 'Salotto' di via Bonetti il 23 febbraio 2013 e in altri recital a Roma, Reggio Emilia, Lamezia Terme, Mosca e Londra.




La lunga stagione della Direzione dell'Istituto Peri di Reggio Emilia (1990-2011)

Presentazione del nuovo Direttore del Peri da parte dell'Assessore Barbati e del Sindaco di Reggio Emilia Fantuzzi nell'ottobre 1990.

L'Istituto Peri a Terezin esegue Brundibar nel 2001

Al Teatro Valli  di Reggio Emilia le più belle manifestazioni dell'Istituto Peri

alcuni momenti istituzionali